top of page

biography and exhibitions

Donatella Violi began her artistic career when she was still very young and the color becomes the means for her own personal language.

She was inspired by artists such as Klee, Rothko, Rauschenberg and, after the first experiences figurative she approached Informal art.

She starts to show her work in 1983 in solo and group exhibitions in Italy and abroad:

Parma, Verscio, Ponte di Legno, Mantova, Bologna, Trieste, Milano, Padova, Stuttgart, Berlin, Barbizon and Atlanta in Georgia.

 

reference gallery:

Bersharat Gallery

175 Peters St. SW, Atlanta, GA 30313

Bersharat Gallery 

40 Grande Rue Barbizon FR 77630

Nasco ad Ovada (AL), mi trasferisco a Milano e successivamente a Reggio Emilia, dove vivo e lavoro.

La mia formazione artistica da autodidatta inizia prestissimo a causa di circostanze familiari, il colore diventa il tramite per un personalissimo linguaggio con il mondo che mi circonda , di cui mi sento parte in alcuni momenti in modo integrante. Frequento l’Istituto Magistrale, nello stesso tempo seguo corsi di grafica e incisione.

Frequento lo studio di un pittore locale: Omero Ettorre, da cui apprendo l’uso del colore nella maniera più “libera” ma la sete di creatività mi porta a conoscere altri artisti che arricchiranno le mie curiosità con la loro Esperienza.

Mi piace partire da richiami ancestrali del mondo di Bosch, di Grunewald, di Magritte, rimango affascinata da Klee,Rothko, Rauschenberg ma anche dall’alchimia del colore, la gestualità dell’Action painting di Pollock e degli espressionisti astratti, l’informale di Antoni Tàpies, dalla potenza di A.Kiefer.

Che tipo di opere realizzo?

Ecco il mio è un viaggio, cerco di creare un’atmosfera priva di riferimenti spazio-temporali definiti, una dimensione “di attesa” in cui il fruitore possa meditare.

Attraverso la letteratura immergo le mie creazioni con le parole di Italo Calvino e le Città Invisibili diventandone lo scenario in cui il tema del viaggio è ricorrente. La tecnica che prediligo è mista ma l’olio è tra i miei preferiti per intensità di cromie.

Perché faccio arte? Perché come dico sempre non potrei respirare… senza.

Le superfici grandi mi danno più soddisfazione, solitamente uso tela o legno su cui stendo fondi materici, poi l’alchimia del colore fa il resto, il processo creativo è innescato da un progetto ma spesso dopo la nascita prende vita propria, dando luogo a opere in cui l’importanza è data dal momento che le ha create, il risultato è relativo, l’interpretazione è soggettiva e la scoperta diventa importante.

Come un viaggio.

Ho collaborato con la FONDAZIONE BESHARAT per la realizzazione del progetto: ”ART IN SCHOOLS” e “FACES OF INNOCENCE” diventando AMBASSADOR e portando in 24 scuole nella provincia di Reggio Emilia più di 600 fotografie di Steeve McCurry e 200 tra: David Lazar, Simon Lister, Hartmut Schwarzbach, Saro di Bartolo.

Ho collaborato con alcune Cantine Vinicole locali come: Cantine Riunite, Cantine Lombardini, Cantina Bosco dei Caprioli, per la realizzazione di etichette per vini, ho creato una linea artistica di packaging per arcosmesi, esponendo al COSMOPROF nel 2022, sono la curatrice di mostre multidisciplinari che hanno raccolto fondi per ONLUS a favore del sostenimento Ospedali Oncologici.

Le mie opere sono presenti in collezioni pubbliche e private:

ESPOSIZIONI

1983 Estemporanea Palazzo Bentivoglio Gualtieri RE

1990 RASSEGNA ITALO-FRANCESE Collettiva Massa Finalese Mo

1991 AMAZZONIA Biblioteca Personale S.Ilario D’Enza RE

2006 ‘NI DIEUX NI MAITRES’ Collettiva Tonale/Ponte di Legno

2006 PER FILO E PER SOGNO Galleria Ottagono Bibbiano

2007 KUNST-FORUM INTERNATIONAL Collettiva Svizzera

2007 personale Palazzo Magnaguti MN

2008 “SPUREN EINES GEDANKENS” Personale FORUM3 Stoccarda

2009 Collettiva Galleria Poliedro TS

2009/10 COLLETTIVA BERLINO STATTBAD BERLIN MITTE

2010 SPAZIO TADINI Collettiva Milano

2010 LAND ART “Presenze assenze” Gravine di Puglia

2011 ALPHACENTAURI Ragazzola Collettiva Parma

2013 Collettiva Stella Cilento SA

2014 ITINERIS Collettiva Padova

2015 “MA QUI CI SONO I LEONI?” Spazio GERRA collettiva RE.

2017 “CONFINI” Palazzo da Mosto Collettiva RE

2018 “INFINITI MONDI” Galleria LA PIGNA Collettiva Roma

2018 “L’ARTE TRA PAESAGGI E PERIFERIE” Coll. Museo Sartori MN

2018 “CI FU UN TEMPO?” Palazzo Scaruffi” collettiva RE

2019 “PERMETTETEMI DI VOLARE” Cantina Canali-Albinea Personale RE

2019 “APOPULOS” Le città di Calvino collettiva HELLENIC REPUBLIC MINISTRY OF CULTURE Atene Corfù

2022 “EMERGENZA” Coll. Sotterranei Rocca Boiardo Scandiano RE

2023 “IN CERCA DI SOGNATORI” GALLERIA RADIUM ARTIS S.Martino in Rio RE

Hanno parlato di me:

Umberto Nobili, Enzo Silvi, Tullio Masoni, Alfredo Gianolio, Sara Tassan Solet, Mario Masini, Aurora Marzi, Carlo Guarienti, Antonio Petrucci, Franchino Falsetti, Patrizia Rampazzo, Anna Soricaro, Luigi Borettini, Angela Lazzaretti, Alberto Navilli, Carlo Baldi.

 

 

http://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/MenuPrincipale/LuoghiDellaCultura/Ricerca/index.html?action=show&idluogo=102247

http://musei.provincia.re.it/Sezione.jsp?idSezione=30

http://www.pinterest.com/pin/156077943307335960

http://www.saatchiart.com/DODI61

http://www.csart.it/index.html?pg=28&id=683&from=3&idgowner=&addthis=

 

 

 

 

Itineris
Itineris
Itineris
Donatella Violi
Donatella Violi
QuerciolArte
Con il rigore del cuore
Donatella Violi
Per filo e per segno
critical text by M. Villa
Donatella Violi
group exhibition
Il nome delle linee
Donatella Violi - sculpture
interview on tv
Donatella Violi's art works
Per filo e per segno
Donatella Violi in her atelier
Donatella Violi on video
bottom of page